Appunti di diritto amministrativo e civile

a cura dell'avv. Raffaello G. Orofino

In caso di sinistro stradale, l’accertamento della responsabilità di uno dei due conducenti non comporta il superamento della presunzione di colpa concorrente ex art. 2054 c.c., essendo in ogni caso necessario verificare anche il comportamento dell’altro conducente

Cassazione civile, Sez. III, 22 aprile 2009, n. 9550

Circolazione di veicoli – Accertamento del comportamento colposo di uno dei conducenti – Inidoneità per l’attribuzione della causa determinante ed esclusiva del sinistro – Superamento presunzione di colpa concorrente – Necessità che sia verificato anche il comportamento dell’altro conducente.

In caso di sinistro stradale, l’accertamento in concreto della responsabilità di uno dei due conducenti non comporta il superamento della presunzione di colpa concorrente stabilita dall’art. 2054 c.c., comma 2, essendo a tal fine necessario che l’altro conducente si sia uniformato alle norme sulla circolazione.

Pertanto, qualora resti individuato il comportamento colposo di uno dei conducenti, per attribuire a lui la causa determinante ed esclusiva del sinistro, è in ogni caso necessario verificare anche il comportamento dell’altro conducente, per determinare se, in rapporto alla situazione di fatto accertata, gli si debba muovere un qualche rimprovero in ordine alla causazione dell’evento (cfr. Cass. n. 3185/1997).

  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Digg
  • del.icio.us
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks

Nessun commento »

Il tuo commento