Appunti di diritto amministrativo e civile

a cura dell'avv. Raffaello G. Orofino

La mancata indicazione dei condomini votanti a favore o contro la delibera approvata a maggioranza invalida la delibera stessa

Cassazione civile, Sez. II, 10 agosto 2009, n. 18192

Condominio – Delibera assembleare – Nullità della delibera che approvi spese non attinenti alla gestione condominiale.

Non è conforme alla disciplina codicistica omettere di riprodurre nel verbale l’indicazione nominativa dei singoli condomini favorevoli e contrari e le loro quote di partecipazione al condominio, limitandosi a prendere atto del risultato della votazione, in concreto espresso con la locuzione «l’assemblea, a maggioranza, ha deliberato».

Pertanto, la mancata verbalizzazione del numero dei condomini votanti a favore o contro la delibera approvata, oltre che dei millesimi da ciascuno di essi rappresentati, invalida la delibera stessa, impedendo il controllo sulla sussistenza di una delle maggioranze richieste dall’art. 1136 cod. civ., né può essere attribuita efficacia sanante alla mancata contestazione, in sede di assemblea, della inesistenza di tale quorum da parte del condomino dissenziente, a carico del quale non è stabilito, al riguardo, alcun onere a pena di decadenza.

  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Digg
  • del.icio.us
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks

Nessun commento »

Il tuo commento