Appunti di diritto amministrativo e civile

a cura dell'avv. Raffaello G. Orofino

Categoria » rito del lavoro

Sussiste piena compatibilità con il rito del lavoro delle voci della tabella concernente i diritti di procuratore previste “per la precisazione delle conclusioni” e “per l’esame delle conclusioni di ogni controparte”

Cassazione civile, Sez. lavoro, 23 luglio 2004, n. 13893

Avvocato – Tariffe professionali – Diritti di avvocato per la precisazione delle conclusioni e per l’esame delle conclusioni di ogni controparte - Ammissibilità nel processo del lavoro.

Sussiste piena compatibilità con il rito del lavoro delle voci della tabella concernente i diritti di procuratore previste “per la precisazione delle conclusioni” e “per l’esame della conclusioni di ogni controparte“, riguardando le voci stesse atti richiesti al procuratore secondo i principi di carattere generale, ribaditi dall’art. 429 del codice di procedura, che prevede, dopo la discussione orale della causa, la formulazione delle conclusioni (cfr. Cass. n. 1672/1986; Cass. n. 12840/2003).

  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Digg
  • del.icio.us
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks