Appunti di diritto amministrativo e civile

a cura dell'avv. Raffaello G. Orofino

Archivio » luglio 2004

L’esigibilità delle spese e dei diritti spettanti per la corrispondenza informativa con il cliente presuppone necessariamente la prova dell’effettività della prestazione professionale

Cassazione civile, Sez. lavoro, 23 luglio 2004, n. 13893

Avvocato – Tariffe professionali – Diritti di avvocato – Corrispondenza informativa con il cliente – Prova della effettività della prestazione – Essenzialità.

Secondo l’orientamento prevalente di questa Corte, l’esigibilità delle spese e dei diritti spettanti per la corrispondenza informativa con il cliente presuppone necessariamente la documentazione e comunque la prova non equivoca dell’effettività della prestazione professionale, la quale non può farsi derivare dalla sola esistenza del rapporto di clientela, questo non implicando necessariamente ed indefettibilmente un’attività informativa diversa dalle consultazioni con il cliente (cfr. Cass. n. 9040/1994; Cass. n. 12840/2003).

  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Digg
  • del.icio.us
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks

Sussiste piena compatibilità con il rito del lavoro delle voci della tabella concernente i diritti di procuratore previste “per la precisazione delle conclusioni” e “per l’esame delle conclusioni di ogni controparte”

Cassazione civile, Sez. lavoro, 23 luglio 2004, n. 13893

Avvocato – Tariffe professionali – Diritti di avvocato per la precisazione delle conclusioni e per l’esame delle conclusioni di ogni controparte - Ammissibilità nel processo del lavoro.

Sussiste piena compatibilità con il rito del lavoro delle voci della tabella concernente i diritti di procuratore previste “per la precisazione delle conclusioni” e “per l’esame della conclusioni di ogni controparte“, riguardando le voci stesse atti richiesti al procuratore secondo i principi di carattere generale, ribaditi dall’art. 429 del codice di procedura, che prevede, dopo la discussione orale della causa, la formulazione delle conclusioni (cfr. Cass. n. 1672/1986; Cass. n. 12840/2003).

  • Print
  • PDF
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • FriendFeed
  • LinkedIn
  • MySpace
  • Digg
  • del.icio.us
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks